Pubblicato il

«Ripristinare il servizio “Pronto decoro” per il benessere della comunità»

«Ripristinare il servizio “Pronto decoro” per il benessere della comunità»

FIUMICINO - Sono trascorsi 9 mesi dall’insediamento della nuova amministrazione, durante i quali il territorio ha continuato a risentire dell’assenza del “Pronto decoro”. Parliamo di un servizio operativo con successo durante la precedente ...

Condividi

FIUMICINO – Sono trascorsi 9 mesi dall’insediamento della nuova amministrazione, durante i quali il territorio ha continuato a risentire dell’assenza del “Pronto decoro”. Parliamo di un servizio operativo con successo durante la precedente consiliatura e che garantiva un rapido intervento nelle questioni di decoro urbano».

A parlare in un comunicato stampa è il consigliere Angelo Petrillo, Lista civica Ezio Sindaco.

«Tale carenza è giorno dopo giorno sempre più evidente, – spiega Petrillo – soprattutto a scapito della cittadinanza che risente della mancanza di quei piccoli ma preziosi interventi quotidiani per ripristinare il decoro, come la rimozione di scritte sui muri, la pulizia di sabbia da piste ciclabili, strade e varchi a mare, lo sfalcio dell’erba sui marciapiedi, le rotonde e le piccole aiuole, oltre alla copertura delle buche sul manto stradale e la pulizia delle fermate del trasporto pubblico locale. Interventi importanti ed efficaci nel preservare la bellezza del nostro ambiente, che se trascurati possono contribuire a un progressivo degrado del nostro contesto urbano».

«Sospendere questo servizio è un segnale di forte disattenzione verso le esigenze quotidiane della comunità. Invitiamo pertanto l’amministrazione a rivalutare urgentemente l’importanza di tale strumento e adottare le misure necessarie per ripristinarlo. La cura del nostro patrimonio urbano è un dovere – conclude il consigliere – che va al di là delle divergenze politiche, e il benessere della nostra comunità deve rimanere la priorità principale per continuare a vivere in un ambiente urbano pulito, ordinato e accogliente».


Condividi

ULTIME NEWS