Pubblicato il

Palio delle Contrade, Burò già a lavoro

Palio delle Contrade, Burò già a lavoro

Il presidente: «Credo che solo mettendosi in gioco in prima persona si possono cambiare le cose»

Condividi

ALLUMIERE – La Contrada Burò già al lavoro per gli appuntamenti del 2024, prima fra tutti il Palio delle Contrade. Il presidente Amedeo Mariani e il suo staff stanno mettendo a punto tante novità per rilanciare la Contrada bianconera. Mentre sono in corso i lavori per rafforzare tutti i reparti e per ripartire al meglio, il presidente traccia il bilancio dell’anno appena concluso: «Il 2023 è stato il mio primo anno in carica da presidente – ha detto – Da sempre sono stato contradaiolo del Burò. Ho accettato questa sfida di presiedere la Contrada perché credo che solo mettendosi in gioco in prima persona si possono cambiare le cose. Il mio obiettivo è di cercare di creare una squadra vincente». Come spiega il presidente Mariani «la Contrada Burò nel 2023 ha messo in atto una serie di iniziative: la festa del tesseramento, la sagra. Quest’anno poi abbiamo dato il via ad una nuova iniziativa per il giorno di San Martino, perché proprio questo è l’obiettivo di creare nuovi spazi di apertura». «Il Palio – ammette poi patron Mariani – non ha portato ciò che ogni contradaiolo spera per tutto l’anno e non nego le difficoltà nel tentare di rilanciarci, ma noi siamo gente che non molla. Ci siamo rimboccati le maniche e cercheremo di fare il meglio possibile per arrivare nel modo migliore all’appuntamento con il Palio. Quest’anno avremo grandi novità: primo tra tutti abbiamo l’idea di riportare la nostra sagra all’interno del Paese con un programma ricco di novità e di grandi sorprese». Novitá anche all‘Interno del direttivo, dove ci sono stati dei cambiamenti «con l’obiettivo – spiega Mariani – di poter avere nuove generazioni a cui poter lasciare il testimone. Sappiamo che un presidente ha sempre bisogno di un bel gruppo di persone a cui affidarsi e insieme affrontare nuove sfide: il mio ringraziamento va a chi mi sostiene e condivide le responsabilità, ma soprattutto ai contradaioli che non ci abbandonano mai». Le grandi manovre riguardano tutti i settori della Contrada: negli anni il Burò ha ottenuto grandi risultati grazie ad eccellenti sarte e ottime responsabili del Corteo che curano tutto fin nei minimi particolari. E ora i bianconeri sono all’opera perché vogliono tornare ad alzare in piazza il trofeo di “Miglior Corteo Storico”. A regalare ottimi risultati ai bianconeri è stato anche il gruppo Sbandieratori, tra il primo a credere nelle donne e a portare le ragazze in piazza ad esibirsi con bandiere e tamburini. Un settore che patron Mariani e il suo staff vogliono far crescere ancora di più. Un fiore all’occhiello del Burò è, poi, la “Sagra del Vino e degli Arrosticini”, una tre-giorni capace di calamitare in collina tantissime persone grazie ad eccellenti cuoche e già si lavora per rendere indimenticabile la Festa del Vino e degli arrosticini. Novità anche alle stalle ma per questo settore è tutto top secret. «Colgo l’occasione per ringraziare tutti i responsabili dei vari settori. Un ringraziamento a tutti i contradaioli e a chi, in qualunque modo ha collaborato per sostenere e far crescere la Contrada. Per un 2024 prospero e pieno di grandi traguardi – conclude il presidente Mariani – mi auguro di poter creare una squadra e un clima fatto di condivisione. Ci vedremo. presto per grandi novità».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS