Pubblicato il

Adsp, approvata la concessione a Tankoa per parte dell’area ex Privilege

Adsp, approvata la concessione a Tankoa per parte dell’area ex Privilege

Il presidente Pino Musolino: «Dopo anni di abbandono si fa ripartire quell'area, dando modo a un player come Tankoa di avviare da subito 2 progetti per altrettanti yacht fino a 70 metri»

Condividi

CIVITAVECCHIA – Si è tenuta oggi la seduta del Comitato di Gestione dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale presieduta da Pino Musolino.

Oltre al Presidente dell’AdSP e al Segretario Generale Paolo Risso, erano presenti il componente designato dalla Regione Lazio, architetto Roberto Fiorelli, il componente designato da Città Metropolitana di Roma Capitale Pino Lotto e il componente designato dal Comune di Civitavecchia architetto Emiliano Scotti, oltre al Direttore Marittimo del Lazio e Comandante della Capitaneria di Porto di Civitavecchia Michele Castaldo.

Il Comitato di Gestione ha deliberato all’unanimità il rilascio della concessione alla società Tankoa, per un capannone e complessivi 30.000 metri quadrati nell’area ex Privilege.

«Si tratta di un provvedimento dalla forte valenza concreta e non solo simbolica – commenta il presidente Pino Musolino – perché dopo anni di abbandono si fa ripartire quell’area, dando modo a un player come Tankoa di avviare da subito 2 progetti per altrettanti yacht fino a 70 metri. Sarà, in un momento di difficoltà per il settore metalmeccanico, alle prese con le incertezze legate alla situazione di Tvn, una opportunità che consentirà il riassorbimento di manodopera locale, dando modo alla stessa Tankoa di programmare ulteriori attività che al termine dei 4 anni di licenza possano consentire una più ampia valutazione per la destinazione del resto del compendio, che al momento continuerà ad essere utilizzato per la logistica, anche in riferimento al traffico dell’automotive».

Il segretario generale Paolo Risso ha puntualizzato come il parco fotovoltaico non sia oggetto della concessione e sarà invece messo a disposizione da parte dell’Adsp per la costituenda Comunità Energetica da Rinnovabili Portuale.

Un altro importante provvedimento, tra gli altri approvati dal comitato, è stato il rilascio della concessione provvisoria a IP Industrial spa a Fiumicino.

Si chiude così, senza ulteriori esborsi per l’ente, un contenzioso che ha gravato per anni sul fondo rischi e sulle casse dell’AdSP, dal valore complessivo di oltre 16,7 milioni di euro (di cui circa 12 già versati in precedenza). Al tempo stesso, si definisce l’oggetto della concessione, con una prospettiva ventennale, che oltre a mettere al riparo da ulteriori contenziosi, offrirà anche certezze sulla programmazione economico-finanziaria, definendo l’effettivo specchio acqueo occupato da Ip Industrial spa e il relativo canone per la concessione, che diverrà definitiva a seguito dell’approvazione dell’adeguamento tecnico funzionale previsto nell’accordo.

«Chiudiamo così, nel migliore dei modi possibili per l’AdSP – afferma Musolino – un altro contenzioso ereditato dal passato, che aveva condizionato fortemente la capacità e l’equilibrio finanziario dell’ente, peraltro rispetto a un concessionario che svolge una funzione strategica di interesse nazionale, come garantire l’approvvigionamento del carburante per l’aeroporto di Fiumicino».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS