Pubblicato il

Da 3 anni adescava minorenni sui social, 48enne arrestato in Islanda

Da 3 anni adescava minorenni sui social, 48enne arrestato in Islanda

BOLOGNA (ITALPRESS) – Per oltre 3 anni ha contattato ragazzine minorenni su diversi social network e piattaforme di messaggistica, per ottenere, tramite minacce e ricatti, immagini autoprodotte, sessualmente esplicite. Solo in Italia le ...

Condividi

BOLOGNA (ITALPRESS) – Per oltre 3 anni ha contattato ragazzine minorenni su diversi social network e piattaforme di messaggistica, per ottenere, tramite minacce e ricatti, immagini autoprodotte, sessualmente esplicite. Solo in Italia le vittime sono state più di 50, si sono rivolte alla Polizia di Stato in cerca di aiuto. Le indagini, avviate e coordinate dal Centro Nazionale per il contrasto alla pedopornografia online (CNCPO) del Servizio Polizia Postale, con l’ausilio del Centro Operativo per la Sicurezza Cibernetica della Polizia Postale di Bologna, rese particolarmente difficoltose dall’utilizzo di numerosi nick names e utenze telefoniche estere, hanno permesso di identificare l’uomo, in un cittadino italiano di 48 anni, localizzato in Islanda. “Le evidenze raccolte e l’allarme sociale suscitato, per la serialità, la reiterazione e la gravità delle condotte dell’indagato”, spiegano gli inquirenti, hanno consentito alla Polizia Postale di ottenere dal Gip di Bologna un mandato di arresto europeo, in base alla misura della custodia cautelare in carcere, già emessa dalla Procura emiliana, per detenzione di materiale pornografico realizzato con lo sfruttamento di minori e sostituzione di persona.
Decisiva l’attività di coordinamento investigativo nazionale e internazionale svolta dal CNCPO, anche attraverso l’immediata attivazione dell’Unità FAST, del Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, che ha tempestivamente informato il collaterale estero. Sono scattate così mirate attività di ricerca e l’uomo è stato rintracciato e arrestato in Islanda dalle autorità locali.
Sono tuttora in corso, da parte degli inquirenti islandesi, le procedure di consegna alla Polizia postale del 48enne e dei dispositivi informatici sequestrati.

– foto tratta da video Polizia di Stato –
(ITALPRESS).


Condividi

ULTIME NEWS