Pubblicato il

Esplosione di colori per il carnevale in collina

Esplosione di colori per il carnevale in collina

Domenica ad Allumiere si è svolta la sfilata dei carri allegorici promossa dal Comune in collaborazione con le associazioni del paese, le volontarie e l'Università Agraria

Condividi

ALLUMIERE – Ad Allumiere Sua Maestà Re Carnevale è stato onorato nel migliore dei modi in un tripudio di festa, allegria, risate, coriandoli, maschere, balli, musica e tanto altro. Domenica pomeriggio ad Allumiere si è svolta la Sfilata dei Carri Allegorici promossa dal Comune di Allumiere in collaborazione con le associazioni del paese, le volontarie e l’Università Agraria di Allumiere: la manifestazione è piaciuta a tutti. Oltre 300 comparse con originali maschere, travolgenti coreografie, carri bellissimi frutto delavori di molti volontari. Dal balcone del Palazzo Camerale ad animare la piazza c’è stato il mitico Piero Monaldi (più noto cone Dudu) e sempre lui, insieme a sua moglie Martina hanno fatto la diretta Facebook che ha ottenuto molte visualizzazioni.

Nella calda domenica di sole Allumiere si è vestita a festa per il carnevale 2024, una festa ben riuscita e che ha visto la partecipazione di tante maschere che hanno impreziosito le vie in un clima di allegria e divertimento. Domenica 4 febbraio Allumiere si è riempita di festa grazie ai colori e alla musica della sfilata di carnevale organizzata dal Comune di Allumiere in collaborazione con le volontarie e il Gruppo Giovanile Parrocchiale. Grande è stata la partecipazione alla sfilata di bambini, ragazzi e adulti: “È stata una vera e propria festa di comunità che ha ottenuto un meritato successo sotto una pioggia di coriandoli e stelle filanti, ripristinando un’ antica tradizione, la manifestazione ha, infatti, attraversato le vie principali del paese riempendo la piazza di allegria.

Alla riuscita della bella iniziativa hanno contribuito assieme all’amministrazione comunale le diverse associazioni, le forze dell’ordine e della protezione civile. Nell’ordine hanno sfilato la Compagnia Teatrale di Allumiere che hanno ottenuto il pienone di applausi e consensi per aver portato in piazza la corsa degli asini, la corsa tradizionale che si svolge ogni anno la domenica dopo ferragosto e che è l’evento più atteso per gli allumieraschi. La delegata Noemi Vernace, che ha curato l’organizzazione della manifestazione, spiega l’ordine dei carri. In apertura dell’allegro corteo hanno sfilato il gruppo delle volontarie che hanno co dotto tutti nel mondo di Hollywood, un mondo pieno di colore, artisti, dive, musica ed allegria.

Le dive naturalmente erano accompagnate da registi e paparazzi. A seguire Isabella Superchi e la New Evolution Center che hanno voluto omaggiare Cleopatra, una delle donne più note della storia. Una figura affascinante nella cultura popolare, la sua intelligenza, il suo fascino e la sua abilità politica la rendono ancora una donna di grande fascino. Successivamente ha sfilato la Dance World: Gabriella Moroni e il suo staff hanno sfilata con un carro che si è ispirato al romanzo di Lewis Caroll, Alice nel paese delle meraviglie, pubblicato nel 1865, ma ancora oggi molto attuale in cui si narrano le avventure di Alice che inseguendo un coniglio entra in un mondo fantastico popolato da strane creature.

Ancora dietro la Banda Amici della Musica diretta dal maestro Manuel Pagliarini. Gli Amici della Musica si sono ispirati al popolare videogioco amato da grandi e piccini: Super Mario Bros, il celebre personaggio creato dalla Nintendo, abile nel salto e nelle trasformazioni. Un simpatico idraulico baffuto e altri personaggi di fantasia che si sono succedute nel tempo nelle sue avventure. Immediatamente dietro ha sfilato il meraviglioso gruppo del GGP (gruppo giovanile parrocchiale) che hanno fatto sognare tutti con i Pirati dei Caraibi a bordo della Perla Nera che dopo aver imperversato nei mari del Sud domenica sono approdati in collina raccontando di quando l’astuto Capitan Barbarossa ha rubato la nave di Jack Sparrow e ha rapito Elisabeth, figlia del governatore, il suo amico Will Turner si unisce a Jack per salvarla e riprendere la nave, la Perla Nera. Orgogliosa per l’ottimo risultato si è detta la Delegata Noemi Vernace, la quale sottolinea: “Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato a questa manifestazione e ringrazio soprattutto i commercianti che, come sempre, si sono dimostrati collaborativi e molto generosi. Grazie al Sindaco, dott. Luigi Landi per la piena fiducia riposta in me e nel gruppo di volontarie sempre pronte a collaborare per il nostro amato paese. La degnata Vernace ci ha tenuto poi a portare in piazza la grande regista Lina Wertmuller per riaffermare il potere delle donne

“Carnevale 2024 : Allumiere ha mostrato il suo lato euforico. Il tema presentato per il carnevale è stato Hollywood, ma secondo me è stato il carnevale delle donne, della loro bellezza, forza e fragilità perché la maggior parte delle comparse erano donne: mogli, mamme, bambine, insomma è stato un carnevale al femminile – spiega l’effervescente e poliedrica Delegata Vernace – e ad aprire la carovana dei carri una donna regista: Lina Wertmuller, per riaffermare ancora una volta la libertà delle donne e per proteggere quei diritti per cui abbiamo tanto lottato. Lina Wertmuller è stata un’attrice, regista, scrittrice, musicista che ha ricevuto un premio speciale alla carriera ” Il David di Donatello”. Si fa presto a dire “regista” ma le donne che riescono a fare questo mestiere sono pochissime, pur essendo un lavoro affascinante non è alla portata di tutte. Sono gli uomini ad intraprendere questa carriera perché il binomio” donne- regista” stenta a realizzarsi. Per una donna è difficile lavorare in qualsiasi ambiente ma ritagliarsi uno spazio nel cinema è molto complicato. La barriera più alta da superare che divide i due generi sembra essere quella del talento. Come se il talento fosse solo una prerogativa maschile. Lina Wertmuller è una donna che ce l’ ha fatta e quando le venne assegnato l’ Oscar disse:” perché lo chiamano Oscar? Non vogliamo cambiare nome con quello di una donna? Chiamiamolo, non so, Anna” Fu un tripudio di applausi. È stata un simbolo importante del cinema, dell’ arte, ma soprattutto di femminilità. Ha scritto pagine importanti e ha aperto la strada alle donne all’ interno della Settima arte. Fu lei ad abbattere per prima il muro di Hollywood per il suo carattere provocatorio, per il suo coraggio, con la sua arma preferita: la cinepresa strumento per fare il lavoro che desiderava fare. È stata una donna libera che ha appoggiato molte battaglie in nome della libertà assoluta che cercava, predicava e praticava…con i suoi occhiali bianchi. Tutto questo è per augurare a tutte le donne di farcela sempre nella vita”. Hanno lavorato fino allo strenuo delle forza un gruppo di super fantastiche volontarie e alla fine tirano un sospiro di sollievo..

“La manifestazione è andata benissimo. Il ritorno al “vecchio” percorso si è rivelato un vero successo – spiegano le volontarie. – Le associazioni hanno partecipato in maniera eccelsa.e ci teniamo a ringraziarle (noi volontarie) per esserci state anche essendo state avvertite con pochissimo anticipo. Per noi è stata la prima esperienza, in tempi brevissimi, ma grazie al supporto di tutti e soprattutto dell’amministrazione, ne siamo uscite soddisfatte. Le volontarie ringraziano tutti.. amministrazione, associazioni, Piero Er Dudu, carabinieri, vigili e prociv. Università ringraziamento particolare (per la messa a disposizione del trattore) a Francesco De Angelis, che con la sua famiglia ha sfilato insieme a noi.

L’appuntamento con il carnevale è al prossimo anno, con la promessa, da parte nostra, di organizzare l evento con molto anticipo. Bellissima festa tanta partecipazione. È bello vedere Allumiere in festa, le persone affacciati ai balconi che salutano i carri”.


Condividi

ULTIME NEWS