Pubblicato il

«La vita inizia nel momento della fecondazione»

SANTA MARINELLA – “Il 96% dei biologi, su un totale di oltre 5.500 specialisti intervistati, riconosce l’umanità del concepito e che la vita inizia nel momento della fecondazione. La scienza, dunque, dice in modo incontrovertibile che il ...

Condividi

SANTA MARINELLA – “Il 96% dei biologi, su un totale di oltre 5.500 specialisti intervistati, riconosce l’umanità del concepito e che la vita inizia nel momento della fecondazione. La scienza, dunque, dice in modo incontrovertibile che il nascituro è uno di noi e da qui la politica italiana deve partire, per adeguare la legge alla scienza e riconoscere la capacità giuridica e l’umanità del concepito”. Lo dicono in una nota i responsabili del Circolo Pro Vita e Famiglia di Santa Marinella – chiediamo al Parlamento, in particolare, di approvare i disegni di legge come quelli dei Senatori Menia (FdI), Gasparri (FI) e Romeo (Lega), già presentati al Senato, alcuni dei quali propongono di modificare l’articolo 1 del codice civile al fine di riconoscere proprio la capacità giuridica del concepito”. Con questa richiesta, Pro Vita e Famiglia ha avviato una campagna di affissioni a Santa Marinella, già partita nei giorni scorsi a Roma, che interesserà le principali città italiane, con il messaggio “9 biologi su 10 mi riconoscono come un essere umano. E tu?”. “Vogliamo sensibilizzare l’opinione pubblica e la politica – continua la nota – su ciò che dice la scienza in merito al riconoscimento dell’umanità del concepito. La ricerca da cui abbiamo preso i dati, pubblicata su “Issues in Law e Medicine” nel 2021, ha coinvolto 5.577 biologi di 1.058 istituzioni accademiche di tutto il mondo, e proprio di recente abbiamo appurato, con un nostro sondaggio nazionale, come gli italiani siano d’accordo, poiché ben il 64% è favorevole al riconoscimento dei diritti inviolabili dell’uomo anche ai nascituri. La nostra campagna vuole quindi contribuire a una vera e propria metamorfosi culturale e sociale che riconosca la persona umana fin dal concepimento, promuovendo una società davvero inclusiva e rispettosa della dignità di tutti gli esseri umani a prescindere dalle dimensioni e dall’età. Non c’è un prima o un dopo, i diritti umani nascono nel grembo materno”.


Condividi

ULTIME NEWS