Pubblicato il

Santa Marinella, mozione di sfiducia a Tidei: Angeletti chiede l’annullamento della seduta del consiglio comunale

Santa Marinella, mozione di sfiducia a Tidei: Angeletti chiede l’annullamento della seduta del consiglio comunale

«La votazione della mozione di sfiducia deve essere eseguita per appello nominale» Adesso è necessario attendere la risposta degli organi preposti

Condividi

SANTA MARINELLA – Il consigliere comunale di minoranza Roberto Angeletti (Lista Fiorelli), ha protocollato al Comune, una richiesta di annullamento della seduta di consiglio comunale che si è tenuta lunedì scorso, richiesta proprio dalle opposizioni, per porre a voto una mozione di sfiducia nei confronti del sindaco Tidei.

“Alla base della richiesta – spiega Angeletti – c’è la votazione sulla mozione di sfiducia che i consiglieri comunali di minoranza avevano richiesto a gennaio. Secondo il Testo Unico degli Enti Locali e le norme interne del Comune di Santa Marinella, la votazione della mozione di sfiducia deve essere eseguita per appello nominale, mentre il presidente del consiglio Emanuele Minghella, ha acconsentito si svolgesse nella forma dell’alzata di mano”.

La richiesta di annullamento, è stata inviata al segretario generale del Comune, al presidente del consiglio comunale, al prefetto di Roma, ai difensori civici della Regione Lazio e della Città Metropolitana di Roma.

Essendo la richiesta avanzata nella forma dell’incidente per autotutela è necessario attendere la risposta degli organi preposti che potrebbero anche non trovarsi concordi con il consigliere Angeletti, scatenandone il ricorso alla tutela giurisdizionale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS