Pubblicato il

Approvato l’ultimo bilancio dell’era Tedesco

Approvato l’ultimo bilancio dell’era Tedesco

L’atto è passato con 16 voti favorevoli e 7 contrari. Opere pubbliche: spesa per investimenti pari a 27,8 milioni di euro

Condividi

CIVITAVECCHIA – «Una buona amministrazione deve avere la capacità di mettere in campo ogni azione per correre ai ripari, nel rapporto con Enel in particolare, andando a trovare una soluzione che possa rimodulare quella convenzione» in scadenza con l’uscita dal carbone. Lo ha evidenziato il sindaco Ernesto Tedesco, ieri in aula Pucci. Al di là della dismissione dal carbone, resterà ancora l’impianto di Tvn. «E quindi si deve ragionare in termini di concretezza» ha aggiunto il sindaco. Perché, come ribadito anche dal consigliere civico Petrelli, dietro questo bilancio si nasconde un grosso problema, una valanga pronta ad arrivare sul territorio, rappresentato dall’uscita dal carbone, criticità non solo dal punto di vista lavorativo e sociale, ma che impatta anche sul bilancio comunale».

È stato l’assessore di riferimento, Francesco Serpa, nel corso del consiglio comunale di ieri pomeriggio dedicato esclusivamente all’approvazione del bilancio di previsione finanziario 2024-2026, ad illustrare azioni amministrative e criticità. A partire proprio dalla riduzione di 1 milione di euro dal 2023 della maggiorazione Imu da parte di Enel. «La riduzione di tale contributo – ha spiegato l’assessore Serpa – è già stata contabilizzata nell’esercizio 2023 e confermata negli esercizi 2024 e 2025, mentre dal 2026 la previsione viene completamente azzerata, per via del venir meno del contributo Enel per circa 6 milioni di euro. Questa mancata entrata potrà essere compensata attraverso alcune misure: aumento tendenziale del gettito Imu per 1 milione di euro, minore spesa per pagamento Boc per – 1,5 mln, altre economie di spesa fino all’aumento dell’aliquota Irpef allo 0,8%, solo nel caso in cui non si riuscisse ad arrivare ad una nuova convenzione con Enel». Nel frattempo «tasse e tariffe sono rimaste invariate per i cittadini, consolidando ad esempio la riduzione media della Tari dal 2019 di un – 7%». Altra criticità è rappresentata dall’anticipazione di tesoreria. «Nel 2019 – ha ricordato Serpa – il deficit di cassa era pari a 9 milioni, quest’anno per il secondo esercizio consecutivo il saldo finale di cassa chiude in positivo l’esercizio 2023 per circa 3 milioni; nonostante questo rimane un elemento centrale di criticità da controllare». Se nel 2019 l’esposizione finanziaria era pari a 54 milioni di euro, nel corso del mandato il deficit finanziario è stato ridotto di circa 10 milioni, attestandosi a circa 43 milioni di euro.

le proposte per il bilancio 2024 Viene confermata, per l’anno in corso, tutta la programmazione di spesa per opere pubbliche, con una spesa per investimenti pari complessivamente a 27,8 milioni di euro. Si accenderanno mutui per 4,6 milioni: 500mila euro per la Cittadella della Musica, 1,3 mln per l’impianto sportivo a San Liborio, 1 milione per Borgata Aurelia e 1,3 milioni per la barriera soffolta. E poi i fondi che arriveranno attraverso il Pnrr e da Regione e Città metropolitana. Su sollecitazione del capogruppo del Pd Marco Piendibene, sono intervenuti i diversi assessori per evidenziare quanto già messo in campo e le attività future in ogni settore di competenza. Come evidenziato dal delegato allo Sport Matteo Iacomelli, ad esempio, si andrà ad intervenire sullo Stadio del Nuoto, sulla realizzazione del nuovo Palagrammatico a San Liborio, per l’acquisto di attrezzature per allenamenti da installare alla Marina. L’assessore all’Ambiente Manuel Magliani ha evidenziato l’importanza di portare a compimento la realizzazione di una delle opere più importanti del mandato, quella barriera soffolta. «Contiamo di mettere la prima pietra entro la fine del mandato» ha assicurato Magliani, tornando sulla riqualificazione degli arenili, la sistemazione della Marina e lungomare, la realizzazione, insieme al comune di Santa Marinella, della ciclabile fino al castello di Santa Severa. «Procederemo anche con la manutenzione delle aree esterne delle scuole, con 500mila euro da mutuo e, una volta approvato il rendiconto, accenderemo un altro mutuo da 1 milione per l’impermeabilizzazione dei tetti degli edifici scolastici». Parola quindi all’assessore ai Lavori Pubblici Perello che ha elencato le opere realizzate e quelle in fase di completamento, come le diverse rotatorie per la città, annunciando anche la riapertura della palazzina all’ingresso del parco Spigarelli, che fino a qualche anno fa ospitava l’Arci. Novità annunciate anche dal collega Dimitri Vitali, che ha annunciato l’uscita a breve del bando per i taxi e la sostituzione, dal 31 marzo, degli apecalesse con motorette elettriche da 8 posti. Tante le iniziative illustrate anche dall’assessore Galizia, che ha ricordato l’importanza del bando triennale per il Summer Festival ed il lavoro per il brand per vendere Civitavecchia a livello internazionale.

Nonostante questo l’opposizione ha bocciato il documento, con D’Antò (M5S) preoccupato ad esempio per Italcementi, «almeno finché il Ministero non verserà il contributo promesso» e con Piendibene che ha evidenziato «ritardi nella Frasca, l’occasione persa delle Terme. Questa amministrazione viene bocciata per l’operato complessivo e per il bilancio». Alla fine il provvedimento è passato con 16 voti favorevoli e 7 contrari.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS