Pubblicato il

Santa Marinella, il 16 febbraio si torna a votare la sfiducia

Santa Marinella, il 16 febbraio si torna a votare la sfiducia

SANTA MARINELLA – La minoranza in consiglio comunale plaude alla compattezza mostrata nell’assise pubblica quando si è votato sulla mozione di sfiducia al sindaco Tidei. “La democrazia apre un varco nel silenzio a Santa Marinella – dice il ...

Condividi

SANTA MARINELLA – La minoranza in consiglio comunale plaude alla compattezza mostrata nell’assise pubblica quando si è votato sulla mozione di sfiducia al sindaco Tidei.

“La democrazia apre un varco nel silenzio a Santa Marinella – dice il capogruppo Domenico Fiorelli – il che lascia intendere che esiste un’alternativa al governo della città, tutti i consiglieri di minoranza intervengono sul mancato rispetto del Tuel in merito alle interrogazioni e all’accesso agli atti. L’opposizione costruttiva nel rispetto del dettato della legge 267/2000 del Testo Unico difende la dignità del paese e cerca il rispetto dello stato di diritto, altro che sconfitta. Il mancato rispetto del Tuel in merito alle interrogazioni e accessi agli atti ed altro ampiamente descritto nella mozione di sfiducia, fa capire il modus operandi di questa maggioranza che, se accertato, configurerebbe un gravissimo quadro generale di mala gestione politica e amministrativa del Comune. Il primo cittadino non risponde nel merito, ma attacca personalmente gli esponenti della minoranza, dichiarando di aver sporto querela contro di loro, cercando lo scontro e giustificando il tutto come fatti privati. Tutto quello che accade nella casa comunale riguarda i cittadini e ad essi, il sindaco, è tenuto a rendere conto”.

Anche la Lega interviene sul prossimo consiglio comunale in programma il 16 febbraio in prima convocazione e il 17 in seconda, per invitare il sindaco “a organizzare una diretta streaming per assicurare la massima trasparenza e partecipazione dei cittadini nel nuovo processo di votazione. È imperativo che ogni cittadino possa seguire e comprendere appieno le procedure che influenzano il proprio governo locale. Riteniamo, e come Lega non smetteremo mai di ribadirlo, che la trasparenza sia un elemento fondamentale per preservare l’integrità e la legittimità delle istituzioni. Ci aspettiamo che il sindaco si adoperi prontamente per garantire che questo importante processo sia accessibile a tutti i cittadini attraverso la diretta streaming”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS